Questo sito contribuisce alla audience di

Parra, Nicanor

poeta cileno (Chilián 1914). Professore universitario di fisica e matematica, esule dal 1973, si è rivelato poeta originale in Cancionero sin nombre (1937), Poemas y antipoemas (1954), di libero e modernissimo linguaggio, La cueca larga (1958), Versos de salón (1962), Canciones rusas (1967), Obra gruesa (1969), Antipoemas (1974), Nuevos sermones y réplicas del Cristo de Elqui (1979), Hojas de Parra (1985) e Chistes par(r)a desorientar a la (policía) poesía (1989). Parra esprime i controsensi e le assurdità del mondo d'oggi con una sorta di umorismo spregiudicato, nero e bizzarro. Nel 1990 esce Il museo degli sforzi inutili, trenta brevi racconti sul tema, molto caro all'autrice, dell'esilio sentito in chiave esistenziale