Questo sito contribuisce alla audience di

Pasta, Giuditta

soprano italiana (Saronno, Varese, 1797-Blevio, Como, 1865). Esordì nel 1815 e per ca. vent'anni fu una delle maggiori protagoniste delle scene liriche del tempo: all'impeccabile tecnica belcantistica unì eccezionali capacità drammatiche e interpretative. Predilesse il repertorio belliniano (la parte di Norma fu scritta per lei), rossiniano e donizettiano.