Questo sito contribuisce alla audience di

Patagònia

regione dell'America Meridionale, di cui costituisce il settore più meridionale. In origine il nome era esteso a tutto il territorio sudamericano situato a S del 38º parallelo, sia a W sia a E della Cordigliera delle Ande. "Per la cartina geografica vedi il lemma del 14° volume." "Per la carta fisica vedi a pagina 524 del XVI volume." In seguito però tale denominazione fu limitata al versante orientale (quello argentino) e alla fascia di alteterre che si estendono dal corso del Río Colorado (a N) fino allo stretto di Magellano, esclusa quindi la Terra del Fuoco, considerata una regione a sé stante. La Patagonia è divisa amministrativamente tra le province argentine di Neuquén, Río Negro, Chubut e Santa Cruz e comprende inoltre parte della regione cilena di Magallanes y Antártica Chilena. La Patagonia è un vasto tavolato attraversato da numerosi fiumi (Colorado, Negro, Chubut, Deseado, Chico, Gallegos) che dal crinale delle Ande a W scendono a E tributando all'Oceano Atlantico. Principali risorse economiche sono l'allevamento del bestiame, specialmente ovino, e lo sfruttamento del sottosuolo (petrolio, gas naturale).

A. de Agostini, Andes Patagónicos, Buenos Aires, 1945; E. Feruglio, Descripción geológica de la Patagonia, Buenos Aires, 1949-50; J. Sermet, Géologie et morphologie de la Patagonie, Parigi, 1957; D. Mainardi, Galápagos e Patagonia, Roma, 1991.