Questo sito contribuisce alla audience di

Paternò, Emanuèle, prìncipe di Sèssa

chimico italiano (Palermo 1847-1936). Allievo di S. Cannizzaro, insegnò a Palermo (1872) e, dal 1892, a Roma; fu (1890) senatore e più volte vicepresidente del Senato e presidente della Commissione gas asfissianti durante la prima guerra mondiale. Tra le sue molte ricerche rivestono particolare importanza quelle di fotochimica e di crioscopia sul peso molecolare delle sostanze in soluzione. Nel 1871 fondò il periodico Gazzetta chimica italiana, che diresse fino al 1919.