Questo sito contribuisce alla audience di

Pedersen, Charles John

chimico norvegese naturalizzato statunitense (Pusan, Corea, 1904-Salem, New Jersey, 1989). Dopo aver compiuto gli studi all'Università di Dayton (Ohio) e al MIT (Boston), dal 1927 al 1969 lavorò nel laboratorio ricerche della Du Pont de Nemours Co., dove si interessò a vari problemi, tra i quali l'inibizione dell'autossidazione, la ricerca di un liquido anticongelante non corrosivo, l'inattivazione di metalli per inibirne l'azione catalitica, l'azione complessante di vari agenti su ioni metallici. Nell'ambito di queste ricerche preparò composti che in base alla costituzione e alla forma delle molecole chiamò eteri corona, capaci di legare ioni di metalli alcalini. Questo principio fu applicato da D. Cram e J. M. Lehn alla sintesi di composti analoghi, in grado di legare specificamente sia ioni sia molecole. I complessi ottenuti sono risultati interessanti, oltre che dal punto di vista teorico, anche per le applicazioni industriali e biologiche. A Pedersen è stato assegnato, con Cram e Lehn, il premio Nobel per la chimica 1987.