Questo sito contribuisce alla audience di

Penck, A. R.

nome d'arte dell'artista tedesco Ralph Winkler (Dresda 1939). Attraverso la pittura e la scultura indaga un medesimo nucleo tematico, nell'intento di rappresentare “il corpo della società umana o, meglio, la società umana come corpo”. A metà degli anni Sessanta utilizza ampi dipinti su tela e su tavola in cui raffigura figure estremamente schematiche, che richiamano P. Klee e la brut art, ed esibisce tutti i possibili tipi di relazione tra individui e società (Glosse Weltbild, 1965; Dipinto di tutto il mondo; Freundesgruppe, 1964-64; Gruppo di amici). A partire dagli anni Settanta comincia a lavorare in modo seriale e concettuale. Si dedica in particolare alla scultura, in legno e bronzo (Ich - Selbstbewusstein, 1987; Io - Fiducia in sé). L'artista ha partecipato a numerose mostre: nel 1972 ha partecipato all'esposizione Documenta di Kassel (che lo ospitò anche nel 1977 e nel 1992) e nel 1975 ha tenuto la prima grande retrospettiva alla Kunsthalle di Berna.