Questo sito contribuisce alla audience di

Pennapiedimónte

comune in provincia di Chieti (35 km), 669 m s.m., 47,16 km², 556 ab. (pennesi), patrono: santa Brigida (17 agosto).

Centro situato alla sinistra del fiume Avella, sul pendio orientale della Maiella, nel cui parco nazionale è compreso. Fu, nel Settecento, fra i feudi degli Orsini e poi dei Colonna. § Il paese, in parte scavato nella roccia da scalpellini locali, conserva un singolare patrimonio architettonico. Nella parrocchiale barocca dei Santi Silvestro e Rocco (sorta su un edificio precedente) sono una tavola tre-quattrocentesca con la crocifissione, una pala (Santa Brigida) del sec. XVI e tele di scuola napoletana del Settecento. § L'economia è agricola (patate e cereali) e silvo-pastorale. La piccola industria opera nei settori sanitario e degli infissi. Qualche risorsa proviene dal turismo escursionistico.