Questo sito contribuisce alla audience di

Pepper, Beverly

scultrice statunitense (Brooklyn 1924). Formatasi nel campo della pittura (studiò tra l'altro a Parigi con F. Léger), dal 1960 si è interamente dedicata alla scultura, trasferendo nella forma plastica esperienze di colore e valori chiaroscurali. Alla conquista dei valori plastici della massa l'artista è in seguito pervenuta attraverso la sperimentazione di materie nuove (come l'acciaio inossidabile) e la loro manipolazione (legno e metallo combinati assieme). Fondamentali le opere realizzate per la rassegna “Sculture nella città” di Spoleto, il cui successo portò la scultrice a organizzare una sua prima personale a New York (1962), città per la quale ideò una grande scultura in acciaio che figura nella Terza Strada. Tra le sue opere più impegnative la grande composizione in memoria di John F. Kennedy, eseguita per l'Istituto Weizmann a Rehovoth in Israele. Dal 1972 si è stabilita in Umbria, a Todi, dove ha per la prima volta esposto (1979) la sua nuova serie di sculture monumentali che, nel loro svolgimento verticale, richiamano colonne e obelischi antichi. Tra le altre sculture, molte delle quali installate in America, si ricordano Thel, al Dartmouth College nel New Hampshire, e Fundamental Presence, alla Emmerich Gallery di New York. Nel 1998 partecipa con Homage to the triangle alla mostra “Open”, prima Esposizione Internazionale di Sculture e Installazioni al Lido di Venezia.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti