Questo sito contribuisce alla audience di

Permoser, Balthasar

scultore tedesco (Kammer, Baviera, 1651-Dresda 1732). Dopo alcuni anni di apprendistato a Salisburgo e a Vienna, si recò in Italia dove rimase a lungo soggiornando in diverse città. A Firenze fu collaboratore del Foggini (Crocifisso, cappella di S. Elisabetta delle Convertite). Nel 1689 venne chiamato alla corte di Dresda, dove eseguì erme, figure allegoriche, elementi decorativi dal ritmo estroso e bizzarro per la residenza estiva dello Zwinger (1714-18). La sua produzione di corte culmina con l'Apoteosi del Principe Eugenio (Vienna, Belvedere, 1721), innesto di forme decorative rococò su una costruzione di derivazione berniniana.