Questo sito contribuisce alla audience di

Perpètua e Felìcita

sante, martiri (m. Cartagine 202). Erano rispettivamente una matrona e una schiava; ancora in giovane età, furono date in pasto alle fiere sotto l'imperatore Settimio Severo. Gli Atti del loro martirio, attribuiti da alcuni studiosi a Tertulliano, rappresentano una delle perle della letteratura latino-cristiana. Festa il 7 marzo.