Questo sito contribuisce alla audience di

Persèo (re di Macedonia)

re di Macedonia (ca. 212 a. C.-Alba Fucente ca. 165). Figlio di Filippo V, salì al trono, non senza contrasti (sembra che avesse avvelenato il fratello Demetrio, protetto dai Romani), nel 179 e subito, convinto che solo lo schieramento compatto degli Stati greci e asiatici minacciati da Roma potesse fermarne l'avanzata verso oriente, si preparò alla guerra. Questa infatti venne deliberata dal Senato romano nel 172 con il pretesto dell'aggressione da parte di Perseo del re Eumene di Pergamo, mentre costui tornava da Roma dove si era recato a denunciare le trame di Perseo, e si svolse in massima parte in Tessaglia. Solo nel 168 L. Emilio Paolo, con un'accorta tattica, trascinato Perseo verso Pidna sul golfo Termaico, lo sconfisse. Perseo fu portato prigioniero a Roma dove seguì il trionfo di Emilio Paolo.