Questo sito contribuisce alla audience di

Peruzzi, Ubaldino

uomo politico italiano (Firenze 1822-Antella, Firenze, 1891). Membro del Parlamento toscano (1848), si adoprò per il ritorno del granduca, ma, sdegnato per la successiva abolizione della Costituzione, protestò vivacemente e fu destituito. Guadagnato alla causa unitaria, nel 1859 fece parte del governo provvisorio di Toscana. Fu poi deputato dal 1860 al 1890, ministro dei Lavori Pubblici con Cavour (1860-61) e Ricasoli (1861-62) e ministro degli Interni nel gabinetto Farini-Minghetti (1862-64). Sindaco di Firenze dal 1870 al 1878, fu nominato senatore nel 1890.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti