Questo sito contribuisce alla audience di

Peters, Karl

colonizzatore tedesco (Neuhaus sull'Elba 1856-Woltorf, Bassa Sassonia, 1918). Si dedicò all'esplorazione dell'Africa e fondò a Berlino la Società per la colonizzazione tedesca (1884) per conto della quale entrò in contatto con alcuni capi delle tribù costiere del Tanganica. L'attività di Peters sollevò i sospetti del sultano di Zanzibar (che rivendicava l'alta sovranità su quei territori) e della Gran Bretagna. Ma il contegno fermo della Germania bismarckiana consentì a Peters e ai suoi collaboratori di condurre avanti la colonizzazione del territorio compreso tra i fiumi Rovuma e Umba, mentre veniva costituita (1885) la DOG (Deutsche Östafrikanische Gesellschaft). Nell'ottobre 1886 Peters riuscì a stabilire con la Gran Bretagna un accordo (cui aderì poi anche la Francia) sui confini delle rispettive zone coloniali e sui rapporti col governo di Zanzibar. Tra il 1899 e il 1905 visitò il bacino del fiume Zambesi. È giustamente considerato il fondatore dell'Africa Orientale Tedesca.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti