Questo sito contribuisce alla audience di

Petzval, Joseph Max

matematico e fisico austriaco (Szepesbéla 1807-Vienna 1891). Noto soprattutto per aver stabilito le regole fondamentali per ottenere la correzione del campo di un obiettivo per strumenti diottrici, nel 1840 mise a punto il primo obiettivo acromatico di elevata luminosità (sistema Petzval), in seguito largamente diffuso per uso fotografico.

È la condizione che deve essere soddisfatta perché un sistema ottico centrato costituito da diottri sferici non dia luogo ad astigmatismo, ossia sia planeico o anastigmatico. Considerando il sistema costituito da lenti sottili di distanza focale fi e di materiali di indice di rifrazione ni, la condizione di Petzval si esprime:

In realtà tale condizione assicura la planeicità in modo soddisfacente, ma non perfetto; a tale scopo occorrerebbe che fosse anche , ma in questo caso il sistema avrebbe convergenza totale nulla e quindi equivarrebbe a una lamina a facce piane e parallele.