Questo sito contribuisce alla audience di

Pianto della Madònna, Il-

lauda di Iacopone da Todi e suo capolavoro, nota anche sotto il titolo Donna del Paradiso. Dialogata da vari interlocutori, si presenta come un'embrionale “sacra rappresentazione”, ma la sua ispirazione, più che drammatica, è sostanzialmente lirica. I quattro protagonisti costituiscono infatti altrettanti mondi incomunicabili: il nunzio interpreta l'opinione del singolo, indifferente e talora sadica dinanzi al dolore altrui; il popolo rappresenta l'esaltazione collettiva, cieca nella sua irrazionalità; la Madonna esprime il sentimento materno nell'alternativa della pena e della speranza, cui subentra il disperato “corrotto”, cioè il pianto funebre, punteggiato dalle struggenti invocazioni al Figlio; Cristo, infine, la cui voce sembra giungere da un'inaccessibile lontananza, impersona i disegni imperscrutabili della divinità. Il risultato è il senso dell'incomunicabilità, la profonda e insuperabile solitudine dell'uomo.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti