Questo sito contribuisce alla audience di

Pierrot

maschera teatrale francese, originata alla fine del sec. XVII dalla trasformazione di Pedrolino. Non porta maschera e indossa un'ampia giacca bianca su calzoni bianchi. Pierrot, la cui derivazione dallo Zanni è evidente, nacque soprattutto dalla necessità di contrapporre all'astuta e frenetica dialettica dell'Arlecchino di D. Biancolelli un tipo di servo ingenuo, moralista, sentimentale. La fortuna di Pierrot fu viva fino alla prima metà del sec. XIX, grazie a interpreti d'eccezione, tra cui il mimo J.-B. Deburau, che diede a Pierrot una dimensione umana e romantica, accrescendone il fascino patetico e nostalgico, basato su una mimica dolce ed espressiva. Altri interpreti di Pierrot furono P. Legrand, Kal pestri, Séverin e J. L. Barrault nel film Amanti perduti di M. Carné.

Media

Pierrot