Questo sito contribuisce alla audience di

Pietrelcina

comune in provincia di Benevento (12 km), 345 m s.m., 28,77 km², 3031 ab. (pietrelcinesi), patrono: Madonna della Libera (3 dicembre).

Centro dell'Appennino Sannita, posto alla destra del fiume Tammaro. Luogo fortificato con il nome di Preta Pulcina (pietra piccola), in contrapposizione a Preta Maiure, sull'altro versante del Tammaro, è ricordato nel 1133. Fu distrutto dai Normanni, ma risorse nel 1173, durante il regno di Guglielmo II; fu feudo di Bartolomeo Camerario, dei Caracciolo, dei D'Aquino e dei Carafa della Roccella. Subì ingenti danni per il terremoto del 1980. § La parrocchiale della Madonna degli Angeli, con campanile a cupola, accoglie una Madonna lignea (sec. XVII). Poco distante è la chiesa del convento dei Cappuccini (o della Sacra Famiglia). § I principali prodotti dell'agricoltura sono i cereali, il tabacco, le olive, ma soprattutto i famosi carciofi. Sono attive aziende artigianali alimentari (pasta e dolciumi) e della lavorazione del ferro, del legno e del marmo. Rilevante il turismo religioso: Pietrelcina è una frequentata meta di pellegrinaggio (diede i natali a Padre Pio, 1887-1968).