Questo sito contribuisce alla audience di

Pilunno

(latino Pilumnus), divinità arcaica dell'antica Roma, di cui neppure il nome è certo: era chiamato anche Picummus, ma forse quest'ultimo è un altro dio a lui associato. Per quel poco che se ne sa, veniva contrapposto al “selvaggio” Silvano contro il quale proteggeva i neonati. Tale contrapposizione era intesa come quella che corre tra il “culturale” (Pilunno da pila, il mortaio, simbolo della vita civile in quanto usato per macinare il grano) e il “naturale” (Silvano). Un'altra probabile etimologia lo fa derivare da pilum (giavellotto), in quanto la sua azione apotropaica potrebbe essere espressa dal possesso di un'arma. Nell'Eneide, Virgilio fa di Pilunno il nonno di Turno.