Questo sito contribuisce alla audience di

Pinzòlo

comune in provincia di Trento (60 km), 770 m s.m., 69,30 km², 3052 ab. (pinzolesi), patrono: san Lorenzo (10 agosto).

Centro situato in un'ampia conca, alla confluenza dei torrenti Sarca di Genova e Sarca di Campiglio. Fece parte delle Sette Pievi che, donate da Corrado II il Salico ai principi-vescovi di Trento (1027), furono governate da un giudice. Ebbe i primi statuti dal vescovo Giorgio Liechtenstein, nel 1048.§ Nei pressi dell'abitato sorge la chiesa di San Vigilio, una costruzione romanica cimiteriale, rimaneggiata nel Quattrocento e ampliata nel secolo seguente; conserva l'originario campanile con coronamento piramidale e, su uno dei lati esterni, affreschi cinquecenteschi tra cui la celebre Danza macabra di Simone Baschenis (1539).§ L'economia locale si basa sul terziario, soprattutto grazie alla vicinanza di Madonna di Campiglio, prestigiosa e rinomata località di villeggiatura estiva e di sport invernali: i suoi campi da sci (circa 60 km di piste), situati sul monte Spinale, sul Pancugola, a Campo Carlo Magno e nelle zone del Grostè, di Pradalago e dei Cinque Laghi, sono collegati da un'efficiente rete di impianti di risalita a quelli di Folgarida e di Marilleva. L'industria è presente con aziende edili, cartarie, dei materiali da costruzione e del legno (giocattoli). Praticato è l'allevamento bovino.

Media


Non sono presenti media correlati