Questo sito contribuisce alla audience di

Pisóni o Pizzóni, Gaetano Mattèo

architetto svizzero (Ascona 1713-Locarno 1782). Attivo in Belgio e in Svizzera, cercò di compiere una sintesi tra il tardobarocco e i tratti caratteristici della tradizione locale. A questa tendenza appartiene la cattedrale dei SS. Orso e Vittore a Soletta (1763-74), edificio a pianta basilicale, con ampia cupola su tamburo ribassato, ispirato alla chiesa romana di S. Susanna. Partecipò inoltre ai lavori per la cattedrale e l'orfanotrofio di Zurigo. Architetto fu anche il nipote Paolo Antonio (Ascona 1738-Soletta 1824), suo collaboratore nei lavori della cattedrale di Soletta e autore della fontana della piazza della cattedrale a Basilea.

Collegamenti