Questo sito contribuisce alla audience di

Pistóia, Sìnodo di-

assise ecclesiastica tenutasi dal 18 al 28 settembre 1786 sotto la presidenza del vescovo Scipione de' Ricci, il Sinodo di Pistoia mirò a una riforma della Chiesa toscana in senso giansenistico e gallicano. Tra le altre cose affermò la superiorità del concilio sul papa, emise vari decreti sulla grazia, la predestinazione e i sacramenti, prescrisse che i religiosi fossero subordinati al vescovo come i preti secolari ed emise norme rigorosamente austere intorno all'amministrazione dei sacramenti e alla liturgia. Sconfessato dall'episcopato toscano (1787) nonostante le pressioni in contrario di Leopoldo II che aveva nettamente sostenuto il de' Ricci, il sinodo fu poi condannato da Pio VI con la bolla Auctorem fidei (1794).