Questo sito contribuisce alla audience di

Pitot, Henri

fisico e ingegnere francese (Aramon 1695-1771). Ingegnere capo, dal 1740, degli stati della Linguadoca dove realizzò varie opere idrauliche. È ricordato soprattutto per l'invenzione (1732) di un dispositivo impiegato nella misurazione della velocità di scorrimento di un fluido (tubo di Pitot).

Dispositivo per calcolare la velocità di scorrimento di un fluido; si hanno tubi di Pitot per liquidi e per aeriformi. Quello per liquidi "Per il tubo di Pitot vedi schema al lemma del 15° volume." "Vedi schema vol. 17, pag. 262" consiste in un tubo foggiato in modo tale che un suo ramo sia disposto parallelamente alla corrente e l'altro perpendicolarmente a essa; all'interno del tubo è posto un fluido manometrico, per esempio mercurio (M), che, per effetto della differenza di pressione p₁-p₂ nei due rami si dispone in modo da mostrare una differenza di livello nei due rami; tale dislivello Δh=h₁-h₂ è legato alla velocità cercata dalla relazione , con g accelerazione di gravità. Viene usualmente denominato tubo di Pitot, impropr., anche il tubo di Pràndtl, dovuto al fisico tedesco L. Pràndtl, e derivato dal tubo di Pitot, da cui differisce per la disposizione coassiale dei tubi utilizzati per il rilievo delle pressioni totale, p₁, e statica, p₂.