Questo sito contribuisce alla audience di

Podrècca, Vittòrio

marionettista italiano (Cividale del Friuli 1883-Ginevra 1959). Nel 1914 fondò a Roma un teatro di marionette diventato famoso col nome di Piccoli di Podrecca. Con spirito innovatore si valse della collaborazione di autori e scenografi di fama, di abilissimi manovratori allestendo spettacoli ricchi di poesia, movimento, colore. La compagnia costituì per oltre mezzo secolo un esempio di valida coesione artistica e presentò in Italia e all'estero spettacoli che, oltre al consueto repertorio delle marionette, comprendevano adattamenti di opere liriche e in prosa e quadretti folcloristico-musicali ispirati ai personaggi alla moda dei vari Paesi che Podrecca visitava col suo teatro. Per il teatrino di Podrecca scrissero musicisti come Respighi (La bella addormentata nel bosco), de Falla (Il Teatro di Mastro Pedro), Lualdi (Il Guerin Meschino). Tra i suoi maggiori successi vanno citate le messinscene della Tempesta di Shakespeare, il Don Giovanni di Mozart, gli spettacoli parodistici con personaggi ispirati a Joséphine Baker, Maurice Chevalier, Greta Garbo, Mae West, Stan Laurel e Oliver Hardy e i film I Am Suzanne (1933) girato a Hollywood e Donde mueven las palabras (1946) realizzato in Argentina. Tra gli ultimi spettacoli di successo i Piccoli di Podrecca diedero Visioni sinfoniche tratte da Debussy e Pierino e il lupo di Prokofev.

Media


Non sono presenti media correlati