Questo sito contribuisce alla audience di

Poesìe (F. Schiller)

(Gedichte). Raccolta di Schiller, in due volumi apparsi nel 1800-03 e nel 1804-05 a cura dell'autore che vi riunì i suoi canti senza seguire una precisa metodologia, affrontata invece nel progetto di preparare una raccolta in quattro libri: canzoni, ballate, poesie filosofiche, epigrammi, realizzata dopo la sua morte. Schiller cantò l'amore e l'amicizia, esaltando la gioia nel famosissimo Lied an die Freude (Canto alla gioia, musicato da Beethoven nel quarto tempo della IX sinfonia), intesa come legge del mondo insieme all'amore. Il suo canto, come già quello di altri grandi poeti, affronta i temi più vari: filosofici e di pensiero (con l'altissimo esempio del Lied an die Glocke, Canzone alla campana), l'antichità classica (la perfetta bellezza e l'armonia dei Greci), la natura e l'uomo. La sua lirica trova gli accenti più puri e originali nelle ballate, componimenti a struttura libera, nei quali fluisce con maestosa ricchezza l'intensità del suo sentimento.

Collegamenti