Questo sito contribuisce alla audience di

Poggiardo

comune in provincia di Lecce (40 km), 86 m s.m., 19,80 km², 6075 ab. (poggiardesi), patrono: sant’ Antonio da Padova (13 giugno).

Centro del Salentomeridionale, su una spianata delimitata a NE da un ciglione calcareo. Sorto forse nel sec. XII, dal 1343 ebbe numerosi feudatari e dal 1537 al 1818 fu sede vescovile. La frazione Vaste sorge sul luogo della messapicaBastae. § Anteriore al Mille è la cripta basiliana di Santa Maria, i cui affreschi bizantineggianti (sec. XI-XII) sono ora conservati in un museo allestito nella villa Episcopo. Il Palazzo Ducale (sec. XVIII), con una lunga balconata dall'elegante balaustra, custodisce una quadreria. La parrocchiale, di stile rococò, ha una ricca facciata del 1728. Nella frazione Vaste sono i resti delle antiche mura megalitiche e la cripta di Santo Stefano (sec. X), scavata nel tufo, con affreschi di epoche diverse. § L'agricoltura (ortaggi, tabacco, cereali, olive e uva), l'industria (olearia, delle confezioni e dei materiali per l'edilizia) e l'allevamento (bovini, bufali, suini, ovini e caprini) compongono il quadro economico. È attivo l'artigianato degli smalti.