Questo sito contribuisce alla audience di

Poinsot, Louis

matematico francese (Parigi 1777-1859). Membro dell'Accademia delle Scienze, insegnò dal 1809 all'Ècole Polytechnique. Noto per i suoi studi di meccanica razionale relativi al moto dei corpi rigidi attorno a un punto fisso e alla teoria delle coppie di forze, argomento quest'ultimo che fu tra i primi ad affrontare, svolse anche ricerche di teoria dei numeri.

Moto alla Poinsot

Moto per inerzia di un corpo rigido con un punto O fisso (polo); Poinsot ne diede un'espressiva descrizione geometrica considerando l'ellissoide d'inerzia del corpo relativo al punto O. Il moto del corpo intorno a O avviene come se l'ellissoide d'inerzia relativo a O rotolasse senza strisciare su un piano fisso con velocità angolare proporzionale alla distanza del punto di contatto C da O. Anche il punto C viene chiamato polo; esso è il punto in cui l'asse di istantanea rotazione taglia l'ellissoide; durante il movimento questo polo cambia posizione descrivendo due curve, una sull'ellissoide l'altra sul piano, dette rispettivamente polodia ed erpolodia.

Coni di Poinsot

Nel moto rigido polare, cioè con un punto fisso O, l'asse d'istantanea rotazione passa sempre per O, variando in generale da istante a istante la sua posizione rispetto a un sistema di riferimento solidale con il corpo e a un sistema di riferimento fisso; esso descrive due coni, detti coni di Poinsot, non necessariamente rotondi, uno formato da rette del corpo e l'altro da rette dello spazio, che durante il movimento rotolano uno sull'altro senza strisciare.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti