Questo sito contribuisce alla audience di

Polo, Gaspar Gil

poeta spagnolo (Valencia ca. 1520-Barcellona 1591). Poco si sa della sua vita: dal 1571 al 1573 fu notaio a Valencia; nel 1572 fu nominato supremo contabile reale da Filippo II, ma rinunciò alla carica in favore del figlio. È ricordato per il romanzo pastorale Diana enamorada (1564), in cinque libri, continuazione della Diana (1559) di Montemayor, dove, sentendo ormai inattuale il mito arcadico, introduce l'elemento stoico nella teoria dell'amore e inserisce novelle desunte dalla tradizione del romanzo bizantino. Belli sono i versi lirici intercalati alle parti in prosa, nei quali non mancano audaci esperimenti metrici, spesso pervasi da un autentico sentimento della natura.

Media


Non sono presenti media correlati