Questo sito contribuisce alla audience di

Polonsky, Abraham

sceneggiatore e regista cinematografico statunitense (New York 1910-Los Angeles 1999). Scrittore radiofonico (specie per O. Welles) e giornalista, sceneggiatore di Anima e corpo (1948) di R. Rossen, autore dell'aspro, eccellente film “nero” Le forze del male (1949) per J. Garfield, che lo interpretò e produsse, fu per vent'anni (1949-69) vittima del maccartismo, che lo costrinse a firmare sceneggiature anonime. Tornò alla regia con Ucciderò Willie Kid (1969), importante western sulla caccia a un indiano. Intellettuale probo e rigoroso, realizzò poi in Iugoslavia, su un personaggio ebreo-polacco, Il romanzo di un ladro di cavalli (1971). Lo scarso successo lo costrinse però nuovamente al solo lavoro di sceneggiatura, come in Monsignore (1982) di F. Perry.

Media


Non sono presenti media correlati