Questo sito contribuisce alla audience di

Pont-Aven, Scuòla di-

denominazione di un gruppo di artisti che fra il 1886 e il 1890 si riunì nell'omonima città bretone attorno alla personalità di Gauguin e diede origine a un movimento a carattere simbolista che doveva poi sfociare in quello dei Nabis. Gli adepti furono: É. Bernard, C. Laval, M. Denis, H. de Chamaillard, ai quali si unirono, solo temporaneamente, Moret, Maufra e l'americano O'Connor. In evidente reazione all'impressionismo e improntato all'esigenza di superare il carattere provvisorio della sua visione, il credo della scuola si basava sulla sintesi, sull'esaltazione della superficie piana decorativa e sulla soppressione della prospettiva e dello spazio naturalistico. Una particolare tecnica a campiture fu elaborata da É. Bernard e da Gauguin, suggerita loro dal primitivismo delle stesure piatte e inquadrate dal segno nero delle vetrate a incastro delle chiese bretoni. Tale tecnica fu detta anche cloisonnisme da cloison, la lamina di separazione dei colori negli smalti e nelle vetrate gotiche. A Gauguin si deve inoltre il dipinto che può essere considerato il punto di partenza del nuovo stile sintetico: La visione dopo il sermone, noto anche con il titolo La lotta di Giacobbe con l'Angelo (1888; Edimburgo, National Gallery of Scotland).