Questo sito contribuisce alla audience di

Pontelandòlfo

comune in provincia di Benevento (32 km), 510 m s.m., 28,91 km², 2520 ab. (pontelandolfesi), patrono: sant’ Antonio (13 giugno).

Centro posto sul versante sinistro della valle del torrente della Lenta, affluente del fiume Calore. Di origine longobarda, venne fondato da uno dei principi Landolfi di Benevento, che vi costruì un ponte. È ricordato per la prima volta in un documento del 1138. Tra i suoi feudatari ebbe Goffredo di Lesina, i Sanframondo, Ugo Borsello e i Gambatesa, che nel sec. XIV vi fecero costruire il castello. Gli Aragonesi lo conquistarono nel 1461 e lo concessero ai Di Capua. Appartenne ai Carafa fino al 1806.§ Del castello trecentesco rimangono le mura a circuito poligonale e una torre slanciata (sec. XV). La chiesa dell'Annunziata, nei cui pressi sorge una fontana secentesca, ha un campanile sormontato da un'edicola barocca con cuspide a bulbo. In località Sorgenza sono i resti di un antico centro sannita.§ Comune tradizionalmente agricolo (ortaggi, frutta, cereali, uva da vino e olive), conta anche su un consistente artigianato tessile. È diffuso l'allevamento bovino.§ In estate si svolge una frequentata mostra mercato dell'artigianato.

Media


Non sono presenti media correlati