Questo sito contribuisce alla audience di

Popocatépetl

vulcano (5452 m) del Messico, al confine tra gli Stati di Puebla, Morelos e México, 70 km a SE di Città di Messico. Seconda elevazione del Paese dopo il Citlaltépetl, è uno strato-vulcano costituito da daciti, andesiti, trachiti e basalti. Il Popocatepetl, che in lingua azteca significa “montagna fumante”, ha avuto molte eruzioni: le più catastrofiche si verificarono negli anni 1519, 1548, 1571, 1592, 1642, 1802; attualmente sono in attività alcune fumarole e solfatare. Il vulcano ha un cratere ellittico, profondo al massimo 480 m; la vegetazione arborea si spinge sui suoi fianchi fin verso i 3900-4000 m s.m.: di qui fino a 4300 m s.m., limite inferiore delle nevi, si estendono prati e pascoli. Turismo. La sua cima fu raggiunta per la prima volta nel 1519 dallo spagnolo Diego de Ordás.

Media


Non sono presenti media correlati