Questo sito contribuisce alla audience di

Potëmkin

ociatore corazzato russo dislocato nel Mar Nero nel 1905, anno in cui partecipò ai moti insurrezionali. L'equipaggio si ammutinò il 27 giugno e, gettati in mare o uccisi gli ufficiali, cercò di coinvolgere nella rivolta i marinai di altre navi da guerra e la città di Odessa nel cui porto il Potëmkin sostò per alcuni giorni. Fallito il moto insurrezionale, i settecento uomini del Potëmkin, braccati dalla flotta zarista, riuscirono a condurre la nave nel porto romeno di Costanza e si dispersero. Il Potëmkin, restituito al governo russo, fu affondato a Sebastopoli nel 1919 per impedire che cadesse in mano ai bolscevichi. La vicenda ispirò il famoso film di S. M. Ejzenštejn, La corazzata Potëmkin (1925).

Media


Non sono presenti media correlati