Questo sito contribuisce alla audience di

Potocki, Jan

scrittore polacco (Pików, Ucraina, 1761-Uładówka 1815). Discendente di un'illustre famiglia polacca, viaggiò moltissimo in tutta Europa spingendosi fino ai confini della Cina, creandosi nei salotti intellettuali, di cui fu abituale frequentatore, una fama di eccentrico e di erudito. Dalla sua curiosità di etnografo, geografo, archeologo nacquero numerosissime opere, tra cui: Voyage dans quelques parties de la Basse-Saxe pour la recherche des antiquités slaves des Vendes (1795), Histoire primitive des peuples de la Russie (1802). Ma la sua estrosa personalità è pienamente rivelata da un'opera singolare, il Manuscrit trouvé à Saragosse, pubblicato parzialmente nel 1805 a Pietroburgo e noto attraverso una traduzione del 1847 in polacco; nel 1958 fu ritrovata la prima parte del manoscritto originale. Sul modello del Decameron, Potocki inserisce, in una cornice evocativa da Mille e una notte, una serie di storie a incastro collocate in una dimensione meravigliosa e orrida a un tempo e raccontate con elegante asciuttezza e aristocratico distacco.

Media


Non sono presenti media correlati