Questo sito contribuisce alla audience di

Prèmia

comune nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola (64 km da Verbania), 800 m s.m., 89,17 km², 603 ab. (premiesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro posto sul versante destro della valle Antigorio. Nel Medioevo fu dei De Rodis, che ebbero una parte importante nella storia dei sec. XIII-XIV. Seguì poi le vicende dell'Ossola superiore fino al 1647, quando, con gli altri centri della valle, ottenne di essere esentato dall'infeudazione. § La parrocchiale di San Michele (eretta nel sec. XVII su una cappella gentilizia del sec. XIII) conserva affreschi del 1542 raffiguranti personaggi della famiglia De Rodis.§ L'economia si basa sulla produzione di energia idroelettrica, sull'estrazione e lavorazione di granito e sull'allevamento bovino (con produzione del pregiato formaggio bettelmatt); sviluppato il turismo estivo di tipo escursionistico (numerosi gli orridi e le palestre di roccia) e invernale (centri sciistici).§ Nel territorio sorgono alcune centrali idroelettriche disegnate da Piero Portaluppi, tra cui quelle di Cadarese (1928), con un salto d'acqua di 466 m, e di Crego (1917); a Salecchio, antico insediamento dei Walser, ancora oggi raggiungibile a fatica, si svolgono in estate sagre folcloristiche molto frequentate.

Media


Non sono presenti media correlati