Questo sito contribuisce alla audience di

Pradier, Jean-Jacques detto James

scultore francese (Ginevra 1792-Bougival 1852). Tipico rappresentante della scultura classicheggiante francese del periodo di Luigi Filippo, studiò prima a Ginevra, poi all'École des Beaux-Arts di Parigi e dal 1813 al 1819 a Roma. Ritornato a Parigi, scolpì alcune statue destinate ad abbellire la città, fra le quali quelle rappresentanti Lilla e Strasburgo in Place de la Concorde, le Dodici Vittorie sulla tomba di Napoleone agli Invalidi e la decorazione del timpano dell'arco di trionfo dell'Étoile. Eseguì anche opere di minori dimensioni e numerosi bozzetti in terracotta, in gran parte conservati nel Museo di Ginevra.

Media


Non sono presenti media correlati