Questo sito contribuisce alla audience di

Pragmatismo

(propr. Pragmatism: a New Name for Some Old Ways of Thinking; Popular Lectures on Philosophy, Pragmatismo: un nome nuovo per alcuni vecchi modi di pensare; letture popolari sulla filosofia), titolo dato a una raccolta di conferenze di W. James, pubblicata nel 1906-07. Secondo James, i sistemi filosofici del passato non sono stati in grado di soddisfare le esigenze speculative dell'uomo; per esempio, l'empirismo è irreligioso e inumano, il razionalismo astrae da ogni concretezza del mondo reale, ecc. Solo il pragmatismo è adatto a interpretare le esigenze dell'uomo, i suoi bisogni e i suoi interessi: la filosofia pragmatista infatti non respinge nessuna ipotesi in cui sia ravvisabile qualcosa di utile alla vita dell'uomo. In questo modo il vero s'identifica con l'opportuno nel modo di pensare e il giusto con l'opportuno nel modo di agire e la verità non è qualità inerente all'idea, ma creazione tipica della filosofia. Fra le opposte tendenze che si combattono fra loro, il pragmatismo non ricerca tanto una coesione assoluta quanto piuttosto vuole porsi come elemento moderatore di aspri scontri. Nel tentativo di elevare il criterio pratico a criterio oggettivo, il pragmatismo lascia tuttavia spazio sufficiente per la creazione di un umanesimo rispondente alle esigenze di ognuno.

Media


Non sono presenti media correlati