Questo sito contribuisce alla audience di

Pratīhāra

periodo artistico dell'Indiasettentrionale che prende nome dalla dinastia Gūrjara-Pratīhāra, probabilmente di antica origine centroasiatica e legata al ceppo Rājpūt, che regnò dopo la sua ascesa al potere nella seconda metà del sec. VIII, a Kanauj dal sec. IX al X, costituendo, all'epoca della penetrazione musulmana e del generale spezzettamento politico del Paese, uno dei maggiori imperi dell'India medievale. La conoscenza dell'arte Pratīhāra è limitata a poche testimonianze scultoree (stele con raffigurazione di Tārā, sec. IX, Nuova Delhi, Museo Nazionale) e per lo più riferita alle manifestazioni artistiche dei Candella nei templi di Khajurāho (sec. X-XI), dove lo stile Pratīhāra raggiunse il massimo sviluppo. Le distruzioni di templi e di palazzi a seguito della conquista musulmana (sec. XI) hanno reso pressoché nulla la documentazione dell'architettura Pratīhāra che contribuì alla formazione dello stile architettonico del tempio medievale nell'India settentrionale.

Media


Non sono presenti media correlati