Questo sito contribuisce alla audience di

Predazzo

comune in provincia di Trento (66 km), 1018 m s.m., 109,84 km², 4298 ab. (predazzani), patrono: santi Filippo e Giacomo (11 maggio).

Centro della val di Fiemme, situato alla confluenza dei torrenti Travignolo e Avisio; l'abitato, a pianta triangolare, si estende in gran parte alla destra del Travignolo, mentre sulla sinistra si è sviluppato un quartiere moderno. Fece parte della Magnifica comunità della val di Fiemme ed ebbe grande importanza per la presenza di miniere di ferro e di rame. Nella piazza del paese sorge la neogotica chiesa dei santi Filippo e Giacomo (sec. XIX), con il campanile al centro della facciata.§ Compongono il quadro economico locale l'agricoltura (patate, cereali e foraggi), l'allevamento bovino (che alimenta una vivace attività casearia) e l'industria, attiva nei comparti alimentare, estrattivo (marmo, porfido, granito), dei materiali da costruzione, del legno (mobili, serramenti, imballaggi). Rilevante l'attività turistica: Bellamonte e Paneveggio sono frequentate stazioni di sport invernali. Turismo escursionistico in espansione per la crescente valorizzazione dell'area dei monti Lagorai e del gruppo del Latemar.

Media


Non sono presenti media correlati