Questo sito contribuisce alla audience di

Primo e Feliciano

santi, martiri romani (sec. III). Arrestati e decapitati, secondo la leggendaria Passio, durante la persecuzione di Diocleziano, furono sepolti dapprima al 15º miglio della via Nomentana. Papa Teodoro I (642-649) ne trasferì le reliquie in Roma, nella chiesa di S. Stefano Rotondo sul Celio, dove si trovano tuttora. Quivi un mosaico li raffigura in abito militare. Festa il 9 giugno.

Media


Non sono presenti media correlati