Questo sito contribuisce alla audience di

Przesmycki, Zenon

critico letterario e poeta polacco noto anche con lo pseudonimo di Miriam (Radzyń Podlaski 1861-Varsavia 1944). Sulle riviste Życie (1887-88; La vita) e Chimera (1901-07), di Varsavia, fece conoscere il simbolismo e la poetica parnassiana francese. Editore dell'opera di C. Norwid, traduttore di Poe, Verlaine, Baudelaire, Rossetti, Maeterlinck, fu egli stesso poeta dando prova nel Diario lirico di un'anima (1893) di una raffinata versificazione di gusto moderno.