Questo sito contribuisce alla audience di

Pumpurs, Andrejs

poeta lettone (Birzgale 1841-Riga 1902). Nel 1876 entrò nell'esercito russo e vi rimase fino alla morte. Studioso della poesia popolare, delle favole e delle saghe lettoni, deve la sua fama al poema epico in 12 canti Lacplesis (1888; Lo squartatore di orsi) che celebra un mitico eroe nazionale e la lotta dei Lettoni contro i cavalieri dell'Ordine Teutonico. Tra le molte figure mitologiche del poema spiccano la diabolica Spidala e la mite Laimduota, figlia di un mago detentore dell'antica saggezza e scienza lettoni, destinata a divenire la sposa di Lacplesis.