Questo sito contribuisce alla audience di

Quàdrio, Francésco Savèrio

erudito e storico della letteratura italiano (Ponte in Valtellina 1695-Milano 1756). Gesuita, con il permesso del papa Benedetto XIV uscì dalla Compagnia; recatosi a Parigi, fu molto apprezzato da Voltaire. Il suo nome è legato all'imponente opera in sette tomi Della storia e della ragione di ogni poesia (1739-52; preceduta dall'abbozzo Della poesia italiana, 1734). L'intento erudito e retorico che presiede all'architettura dell'opera non ne offusca il pregio, che consiste nel tentativo di superare i consunti schemi della storiografia letteraria e di oltrepassare gli angusti confini nazionali, abbracciando tutte le letterature in una grande enciclopedia di respiro universale, anche se limitata alla “ragione” poetica, con l'esclusione della prosa.

Media


Non sono presenti media correlati