Questo sito contribuisce alla audience di

Querini Stampàlia, Giovanni

letterato e patriota (Venezia 1799-1869). Alla sua morte donò al comune di Venezia il cinquecentesco palazzo avito con la ricca biblioteca (notevoli gli Statuti veneti dal sec. XIII al XIV e la raccolta di carte nautiche) e la quadreria che costituisce l'attuale Galleria Querini Stampalia. La collezione è formata da opere di scuola veneziana dei sec. XVI-XVIII disposte nelle sale che conservano l'assetto e la decorazione settecentesca. Tra i dipinti ricordiamo la Presentazione al tempio di Giovanni Bellini, la Sacra conversazione di Palma il Vecchio, I sette sacramenti, la Caccia all'anitra in laguna e altre numerose piccole tele di P. Longhi, il Ritratto del procuratore Giovanni Querini di G. Tiepolo. Negli anni Sessanta del XX sec. Carlo Scarpa intervenne fortemente sull'architettura originaria a seguito di un importante restauro che lo portò a eliminare tutto l'apparato decorativo ottocentesco.

Media


Non sono presenti media correlati