Questo sito contribuisce alla audience di

Quinto mirnèo

(greco Kóintos Smyrnâios; latino Quintus Smyrnaeus), poeta epico greco (sec. IV). Di lui non si conosce nulla di certo; anche il luogo di nascita (Smirne, da cui il soprannome) è dedotto da un'allegoria contenuta nella sua opera. È soprannominato anche Calabro in quanto la sua opera, il poema Posthomerica, fu ritrovata dal cardinale Bessarione in un monastero dell'antica Calabria. Il poema, in 14 libri di ca. 9000 versi, narra le vicende successive alla morte di Ettore fino al ritorno degli Achei in patria. Il racconto è disorganico e prolisso; notevoli il pathos e l'intervento del macabro in alcuni passaggi.

Media


Non sono presenti media correlati