Questo sito contribuisce alla audience di

Rázus, Martin

poeta e narratore slovacco (Vrbica 1888-Brezno 1937). Esordì con poesie ispirate dagli avvenimenti della guerra (Da momenti quieti e tempestosi, 1917; Questa è la guerra, 1919; Evviva, terra amata, 1919), cui seguirono versi patriottici di chiara tendenza nazionalistica (Pietra sul ciglio, 1926; Frecce dell'anima, 1929) e raccolte che riflettono le personali esperienze di Rázus, le sue inquietudini, le sue ricerche sul significato della vita (Per la strada, 1935; Incontro, 1937). Notevoli sono anche i romanzi realistici e di contenuto per lo più storico (Mondi, 1929; Julia, 1930; Pastore Putera, 1934; Il re delle taverne, 1936; Il lascito dei morti, 1936) e molto interessanti le prose autobiografiche Maroško (1932) e Maroško studia (1933).

Media


Non sono presenti media correlati