Questo sito contribuisce alla audience di

Rèzia

(latino Raetía), antica provincia romana delle Alpi Centrali comprendente parte della Baviera, il Vorarlberg, la Svizzeracentrorientale con i Grigioni. Furono Druso e Tiberio che nel 16 a. C., operando congiuntamente dal sud e dalla Gallia, assoggettarono l'antica popolazione alpina dei Rezi assieme ai Celti Vindelici, con i cui territori venne poi costituita la provincia (15 a. C.) retta da un proprio governatore, prima un prefetto e poi un procuratore, avente sede ad Augusta Vindelicorum (Augusta). Al tempo di Marco Aurelio, in guerra contro i Marcomanni, nella provincia stazionò la III legione Italica Concors. Nel riordinamento amministrativo di Diocleziano, la Rezia venne divisa in Raetia I con capitale Curia (Coira) e Raetia II con capitale Augusta Vindelicorum. Gli Alamanni si infiltrarono poi gradualmente nella Rezia settentrionale fino a occuparla completamente verso la metà del sec. V e solo le parti alpine rimasero aggregate all'Impero. La romanizzazione sopravvive tuttora nel romancio grigionese, lingua riconosciuta ufficialmente in Svizzera.

Media


Non sono presenti media correlati