Questo sito contribuisce alla audience di

Régni Combattènti

loc. che identifica il periodo della storia cinese corrispondente agli ultimi secoli del regno della dinastia Chou. Il frazionamento feudale che già tra il sec. VIII e il V a. C. aveva portato a lunghe e sanguinose lotte tra grandi vassalli (età delle Primavere e Autunni) a scapito dell'unità del Paese e dell'autorità regale, si accentuò tra il sec. V e il III a. C., nell'età detta appunto dei Regni Combattenti. In questo periodo la dinastia fu completamente esautorata per essere sostituita nel 221 a. C. dalla dinastia Ch'in. Le lotte e i torbidi di questa età non impedirono un grande sviluppo sociale, economico e culturale. Il Sud entrò con nuove energie nella vita nazionale e l'introduzione del ferro trasformò radicalmente i sistemi agricoli favorendo il dissodamento e la messa a coltura della valle dello Yangtze Kiang. Dopo la morte di Confucio (479), avvenuta nei primi anni di questa età, la Cina conobbe pensatori e filosofi come Mencio e Chuang-tse e poeti come Ch'ü Yüan, tra i più illustri della sua vita culturale.

Media


Non sono presenti media correlati