Questo sito contribuisce alla audience di

Rašín, Alois

uomo politico ceco (Nechanice 1867-Praga 1923). Noto economista, prese parte attiva nell'organizzazione clandestina antiasburgica (Omladina), per cui fu arrestato e condannato. Nel 1899, critico nei confronti della politica dei Giovani Cechi, fondò con K. S. Sokol il Partito costituzionale radicale, che però non ebbe l'affermazione sperata. Nel 1906 Rašín ritornò nel partito dei Giovani Cechi riorganizzato da K. Kramář. Ministro delle Finanze (1918) nel primo governo cecoslovacco, nel marzo 1919 attuò la riforma finanziaria con la quale rivalutò la moneta cecoslovacca. Di nuovo al dicastero delle Finanze (1922), cadde qualche mese dopo, vittima di un attentato ordito da un giovane anarchico.

Media


Non sono presenti media correlati