Questo sito contribuisce alla audience di

Rabal, Francisco

attore teatrale e cinematografico spagnolo (Aguilas 1925-Bordeaux 2001). In teatro affrontò sin dal 1947 personaggi quali l'Edipo, il Willy Loman in Morte di un commesso viaggiatore di A. Miller, il Becket di Anouilh. Si affermò come attore cinematografico con Nazarín (1958) di Buñuel, di cui poi interpretò anche (1961) e Bella di giorno (1967). Lavorò inoltre con registi come Montaldo per Tiro al piccione (1961), Antonioni per L'eclisse (1962), Damiani per La rimpatriata (1963), C. Saura per I cavalieri della vendetta (1964), Chabrol per Maria Chantal contro il dottor Kha (1965) e Visconti per l'episodio da lui diretto di Le Streghe (1967). Approdato a Hollywood, nel 1977 girò Il salario della paura diretto da W. Friedkin e nel 1984 fu premiato a Cannes con la palma d'oro come migliore attore per I santi innocenti dell'esordiente regista spagnolo Mario Camus. Nella sua lunga carriera cinematografica Rabal girò ca. duecento film, tra cui nel 1989 Legami! di Almodóvar, interpretando una parte inconsueta per lui, un regista paralitico di film porno, e dieci anni più tardi, ancora una volta diretto da Saura, Goya a Bordeaux (1999), in cui vestì brillantemente i panni del celebre pittore spagnolo.

Media


Non sono presenti media correlati