Questo sito contribuisce alla audience di

Raggi, Èrcole Antònio

scultore italiano (Vico Morcote, Lugano, 1624-Roma 1686). Giunto a Roma nella prima giovinezza, si formò nella bottega del Bernini con il quale collaborò per ca. 30 anni. Tra le sue opere più note vi sono la pala marmorea con La morte di S. Cecilia (1660-61, S. Agnese in Agone), lo scenografico gruppo del Noli me tangere (1649, chiesa dei SS. Domenico e Sisto), che nella grazia morbida e languida e nei delicati trapassi dei piani prelude al Settecento, e le grandiose decorazioni a stucco della cupola di S. Andrea al Quirinale e della volta della chiesa del Gesù (1669-83), che sono tra le più libere e originali interpretazioni della grande decorazione barocca di ispirazione berniniana.

Media


Non sono presenti media correlati